About Me

Sono una giornalista e una blogger, ma soprattutto sono mamma di Niccolò e Viola. Il mio blog è una finestra aperta su un pezzo di mondo...

Leggi Tutto

Iscriviti alla mia newsletter
  • Facebook
  • Instagram
  • Pinterest

© 2020 by Giulia Mancinelli

Cerca
  • Giulia Mancinelli

Week end a Verona: la città dell'amore e... del Valpolicella

Aggiornato il: gen 19

Un week end a Verona non può che finire con una tappa in Valpolicella, celebre per le sue cantine dove si produce uno dei vini rossi più buoni d'Italia. Verona non è solo la città famosa in tutto il mondo per aver ispirato Giulietta e Romeo di Shakespeare ma anche per i suoi panorami suggestivi con vista sull'Adige e naturalmente della grande Arena. Facilissimo visitare Verona a piedi, (#Veronaapiedi) grazie al suo centro storico racchiuso tra l'ansa del fiume Adige e l'Arena e piazza Bra. Per un week end a Verona (#weekendaverona)ho dedicato un intero giorno alla visita della città e il secondo alla scoperta di una delle tante cantine dove si produce il #Valpolicella...

Verona

Tour a piedi in cinque tappe per Verona:

Ecco come ho organizzato il mio giro per Verona in cinque tappe dedicandoci un'intera giornata, trascorsa piacevolmente, senza fretta, e aggiungendo anche qualche sosta relax in enoteca:

  1. Prendere la funicolare per un panorama mozzafiato

  2. Visitare l'area archeologia dell'antico teatro romano

  3. Dirigersi verso piazza Bra attraversando le vie del centro storico di Verona

  4. Immortalare il celebre balcone di Giulietta e Romeo

  5. Proseguire fino all'Arena di Verona


Il lungofiume e la funicolare di Verona

Il mio viaggio alla scoperta di Verona comincia dalla #funicolare di Castel San Pietro, situata sulla sponda nord-est del fiume Adige. Prima di salire però è d'obbligo una passeggiata sul lungofiume Adige, con una portata d'acqua molto "vigorosa" in inverno e molto suggestiva. Con la funicolare si arriva ad una terrazza panoramica dove il colpo d'occhio, quasi a 360 gradi, è bellissimo! Non a caso questo è il punto panoramico da cui scattano tutti i "click" più famosi di Verona. Il paesaggio anche in inverno mantiene i colori tipici autunnali, con uno skyline dove si intravede la periferia urbana e più industriale se si guarda a sud, e un panorama sull'ansa dell'Adige se puntiamo verso nord. Poco più a sud dell'ingresso alla funicolare si trova anche il teatro antico romano, (#teatroantico) costruito nel I secolo a.C. e dominato dal Colle di San Pietro, considerato uno dei più importanti del centro-nord d'Italia. L'ingresso all'area archeologia è consentita anche nei mesi invernali anche se ovviamente gli eventi si concentrano nel periodo estivo.


lungoadice Re Teodorico

Da ponte Pietra verso piazza Bra

Dalla zona della funicolare per raggiungere il cuore del centro storico si attraversa il Ponte Pietra, il ponte più famoso di Verona. Da qui basta dirigersi verso sud, percorrendo le tante strade parallele che portano tutte verso sud, in direzione di piazza Bra. Nel periodo invernale lungo il percorso si attraversano anche i colorati Mercatini di Natale di Verona (#mercatinidinatale), disseminati delle tradizionali casette di legno che propongono pezzi originali di artigianato artistico locale. Il centro storico di Verona è attraente anche per gli amanti dello shopping (#shoppingaverona)e della buona cucina. Per trovare una buona enoteca che propone ottimi abbinamenti di cibo e vino non c'è che l'imbarazzo della scelta, basta affidarsi a locale che più ci ispira. Nel cuore del centro storico di Verona non bisogna dimenticare di rivolgere almeno uno sguardo al balcone di Giulietta e Romeo tanto celebrato da #Shakespeare. In verità la casa della Giulietta shakesperiana è piuttosto inflazionata (devo ammettere che non mi sono fermata più di tanto) , ma a fantasia e letteratura tutto è concesso..


ponte Pietra - Verona

L'Arena di Verona sorprendente con la Stella di Natale

La passeggiata nel centro storico di Verona termina a sud in piazza Bra, la più grande piazza della città dominata dall'Arena.


Il mio week end a Verona è stato nel periodo natalizio, sempre molto affollato di turisti, e per l'occasione ormai da alcuni anni viene riproposto l'allestimento con una suggestiva stella che dall'interno dell'arena sembra letteralmente piombare nella piazza. Un'attrazione molto amata dai bambini (oltre al trenino natalizio per le vie del centro) che tentato la scalata verso le punte... E veniamo alla visita all'Arena di Verona.. Come ogni grande monumento, per entrare occorre armarsi di tanta pazienza e mettersi in coda. Salvo diversa programmazione legata agli eventi che si vi si svolgono, l'arena è aperta tutti i giorni. All'interno dell'Arena è possibile visitare anche il museo (#museoarenadiverona) dove sono conservati alcuni reperti di statue romane che un tempo abbellivano il complesso.


Arena di Verona

Da Verona alla Valpolicella, tra vigneti e cantine

Verona è situata alle porte della #Valpolicella, una vasta area vinicola che comprende otto comuni della provincia di Verona (Sant'Anna d'Alfaedo, Dolcè, Marano di Valpolicella, Negrar di Valpolicella, Fumane, Sant'Ambrogio di Valpolicella, San Pietro in Cariano e Pescantina), divenuta famosa in tutto il mondo per la produzione dell'ominimo vino rosso a Denominazione di Origine Controllata (DOC). Tra le innumerevole cantine disseminate in tutto il territorio, la mia scelta è ricaduta sull'azienda Agricola Masi, a Sant'Ambrogio di Valpolicella, che consente di trascorrere almeno mezza giornata. All'interno dell'azienda infatti c'è un percorso esperienzale che racconta racconta come si arriva dal grappolo d'uva al vino imbottigliato e oltre alle degustazioni c'è anche un ristorante-wine bar per concludere (o iniziare) la visita.



Verona è anche la base di partenza per allungare il week end magari verso il lago di Garda...che sarà una delle nostre future tappe.. Buon viaggio!

23 visualizzazioni